Bilancio degli azzurri alle WSOP 2011

Con la composizione dei cosiddetti November 9, i nove giocatori che giocheranno il tavolo finale del Main Event a novembre, si chiudono in gran parte le World Series di quest’anno. E con le WSOP finite è tempo di bilanci. Per gli azzurri non sono state delle WSOP memorabili come quelle dell’anno scorso, del 2008 o del 2006, ma in compenso la squadra si è difesa bene ottenendo a volte dei buoni piazzamenti anche se non è mai arrivato il vero e proprio acuto che magari qualcuno si aspettava.

Il montepremi totale incassato da tutti giocatori italiani è stato complessivamente di 1.654.445 di dollari vinti. In diversi casi inoltre è stato sfiorato il braccialetto, come nel caso di Alessio Isaia nell’evento 2 (Seven Card Stud – $1.500 per oltre 75 mila dollari di premio) che conferma di avere una annata strepitosa, o come nel caso di Michele Limongi vero e proprio specialista delle discipline Stud che si ferma al terzo posto dell’evento 23 (8-game Mix – $2.500 per oltre 108 mila dollari di premio) per dopo proseguire con una serie di piazzamenti che anche se di minore importanza sono ugualmente redditizi.

Volendo stilare una classifica dei giocatori italiani più vincenti di questa edizione delle WSOP possiamo dire che le prime dieci posizioni sono le seguenti:

  1. Dario Alioto 215.744 $

  2. Andrea Dato 148.542 $

  3. Michele Limongi 125.354 $

  4. Massimiliano Martinez 121.773 $

  5. Alessio Isaia 113.110 $

  6. Max Pescatori 110.477 $

  7. Mauro Stivoli 86.424 $

  8. Andrea Vezzani 45.416 $

  9. Alessandro Pastura 54.851 $

  10. Giuseppe Zarbo 40.654 $

Dario Alioto si conferma il giocatore con le maggiori vincite, sarebbe interessante però sapere la somma totale vinta al netto delle spese sostenute per il buy in dei singoli tornei in quanto Alioto in questa edizione come in tutte le passate ha giocato praticamente tutti gli eventi Omaha, Horse, 8-game ed il Main Event per un totale di oltre 20 eventi giocati. Sappiamo per certo che il bilancio sarebbe comunque positivo ma molto ridimensionato.

Una grande prestazione di Michele Limongi che a fronte dei 5 / 6 eventi giocati intasca premi in ben 4 eventi. Dobbiamo inoltre evidenziare lo stato di forma di Massimiliano Martinez che oltre essere andato a premio in ben 3 eventi, risultando peraltro il migliore piazzamento azzurro nel Main Event, ha letteralmente distrutto il tavolo del format televisivo cash game di Pokerstars “The Big Game”, in onda in questi giorni, dove è risultato davanti a ben altri nomi altisonanti. Infine una menzione particolare a Max Pescatori che essendo il giocatore italiano con più in-the-money (ben 6 su circa una decina di eventi disputati) si conferma il migliore all-around players italiano.

In attesa del tavolo finale del Main Event, che come sappiamo decreterà il vincitore del braccialetto più prestigioso, attendiamo l’inizio delle WSOP Europe una kermesse che si svolge da qualche anno a Londra nei due mesi che precedono il tavolo finale dei November 9 e che nel 2007 ha portato alla fama mondiale Annette Obrestad.

Scrivi commento