I più grandi casino italiani

In Italia il gioco d’azzardo dal vivo è permesso (al momento) solamente nei casino nazionali. Ma quali sono le case da gioco in Italia? Attendendo che l’utopica proposta di creazione di un casino ufficiale per ogni regione venga attuata (se mai lo sarà), vediamo insieme quali sono le case da gioco ufficiali dentro i confini nazionali.

Casinò di Venezia

Sicuramente volendo parlare di casinò nazionali non possiamo non partire da quello più blasonato e antico, il Casinò di Venezia. Fondato nel 1638 è la casa da gioco che i veneziani hanno sfruttato fin dai tempi della Serenissima ed è sostanzialmente costituito da tre case da gioco che si definiscono sotto un’unica egida anche se di fatto il Casinò di Venezia riunisce la sede storica di Ca’ Vendramin sul Canal Grande a Venezia, la sede sulla terraferma a Ca’ Noghera di costruzione più recente, e la sede del casinò del Lido. In questa, come in molte case da gioco in Italia, è possibile trovare giochi come lo chemin de fer, la roulette, Fair Roulette, Black Jack, Trente et Quarante e Caribbean Poker giocati ciascuno con il proprio dealer dal vivo. A fianco a questi si trova una vasta scelta di giochi elettronici come le immancabili slot machine e i videopoker, ma un piano viene di solito riservato anche per gli eventi televisivi come i tornei di poker IPT e gli spettacoli dal vivo.

Casinò di Campione d’Italia 

Il casinò di Campione è il secondo della nostra  tappa sulle le sale da gioco italiane. E’ sicuramente quello che, forse a causa dei più bassi costi di gestione e grazie alle dimensioni, è spesso scelto per i tornei di poker delle varie leghe italiane, Notte del poker in primis. Tra i giochi che è possibile trovarvi ci sono naturalmente le due varianti della roulette (francese e italiana), il gioco dei dadi, i giochi di carte più famosi come il trente et quarante, lo chemin de fer, il poker ed il blackjack. L’entrata alla sala è totalmente dedicata alle slot e dobbiamo sottolineare che sono presenti anche nuove varianti del Texas Hold Em, come il Texas Hold em Bonus Poker e l’Ultimate Texas Hold em.

Casinò di Saint Vincent

Il casinò di Saint Vincent si trova in una zona montagnosa su uno splendido territorio al confine con la Francia. E’ famoso per essere teatro dei vari tornei di poker minori (ma non per questo meno ricchi) che vengono organizzati nella penisola. Il casinò nasce attorno alla metà del 1700 in prossimità delle fonti termali che contribuiscono ad attirare ancora oggi molti turisti, durante le due grandi guerre il comune che lo ospita venne parzialmente distrutto e i vari debiti vennero ripagati grazie proprio alle entrate del casinò.

Qui è possibile trovare i più famosi giochi presenti nel territorio nazionale accompagnati dalla roulette questa volta rigorosamente francese.

Casinò di San Remo 

Il casinò di San Remo è sicuramente quello di concezione più recente. Viene fondato nel 1800 ma verrà restaurata svariate volte in seguito, ampliando la struttura originaria che lo rendono al momento la casa da gioco, in assoluto, più grande d’Italia. Grazie alla locazione, alle dimensioni e all’organizzazione efficientissima, il casinò di San Remo è teatro della tappa più partecipata dell’European Poker Tour di Pokerstars nonostante il buy in sia comunque considerevole (circa 5000 euro). Ogni anno oltre 2000 giocatori vengono richiamati dall’evento, per questo oltre ai vari giochi da casinò presenti nelle sale vengono sempre organizzati tavoli sit n go e tornei satellite proprio per ottenere la partecipazione a tornei maggiori, e più impegnativi, come l’EPT di San Remo.

Oltre alle maggiori sale, ci sono sicuramente circoli che, anche se non propongono un’offerta varia come nei casinò ufficiali, sono altrettanto validi e competitivi. Questo sarà argomento di discussione futura sperando che nel frattempo il gioco dal vivo subisca finalmente lo sdoganamento che tanto è atteso dai giocatori italiani.

Scrivi commento