I primi passi nel poker online cash (prima parte)

Con il cash game ormai alle porte non vogliamo dare dei semplici consigli per cimentarsi in questa nuova variante di poker texas hold em.

C’è da sapere che la nuova modalità che affronterete si gioca in modo un po’ diverso da come ad esempio si giocano i sit e ci sono delle regole basilari che, se osservate, non potranno far altro che giovare al vostro gioco.

casino online chip Innanzitutto bisogna tenere bene a mente che prima di sedervi sarebbe bene osservare il tavolo per un piccolo numero di mani ed effettuare delle scelte. La posizione al tavolo non è determinata automaticamente dal software, ma può essere decisa dal giocatore, ammesso che il posto in questione in quel momento sia vuoto. In linea di massima una buona table selection, come si dice in gergo, impone di cercare di avere i giocatori tight alla vostra sinistra e i giocatori loose alla vostra destra (dove per tight intendiamo quelli che rilanciano, prima delle tre carte comuni, con un range esiguo di mani e per loose quelli che rilanciano preflop con una grande varietà di mani). Inoltre dovete scegliere un tavolo dove la percentuale di flop visti è alta e adottare uno stile di gioco conservativo fino a quando avrete visto i comportamenti degli avversari al tavolo e poter rilanciare e controrilanciare autonomamente in base alle informazioni acquisite fino a quel momento. 

Ovviamente se siete dei neofiti di questa disciplina partite dai microlimiti, 2 cent – 4 cent oppure 5 cent – 10 cent dovrebbero essere i limiti che vi dovreste imporre fino a quando non avrete una sufficiente padronanza del gioco per quel limite. In linea teorica bisognerebbe acquisire ad un determinato limite dai 50 ai 100 buy in per il limite successivo prima di spostarsi in tavoli più impegnativi, tuttavia questa regola si basa molto anche sulla capacità di saper gestire le emozioni e la pressione psicologica anche in caso di perdita di qualche posta.

 

Molti di voi avranno visto sicuramente delle partite di cash game attraverso i canali tematici in tv. In questi programmi spesso i giocatori sono professionisti e compiono giocate che ai più sembreranno strane e per qualche motivo migliori e più profittevoli. Beh ai microlimiti non dovrete imitarli assolutamente, anzi un poker ABC sarà sicuramente premiato di più rispetto all’utilizzo di giocate particolareggiate (che potrete permettervi soltanto quando i limiti saranno 25 – 50 cent e superiori).

 

Inoltre ci sono differenze sostanziali nel giocare un tavolo con 9-10 avversari (full handed/full circle) rispetto ad uno con 4-6 giocatori (short handed) o ancora uno contro uno (heads up).

Finché sarete in fase di primissimo apprendimento i tavoli più indicati saranno quelli con 9-10 persone e il vostro stile di gioco sarà tight preflop e aggressive post flop. Questo significa che, come già descritto in precedenza, prima del flop il numero di combinazioni di carte in cui entrerete in gioco sarà molto ristretto e includerà solo le combinazioni migliori. Dopo il flop e sulle streets successive il vostro gioco includerà puntate che debbano mettere paura agli avversari (in linea di massima da metà piatto in su), gli avversari dovranno essere coscienti del fatto che per seguirvi dovranno effettivamente avere qualcosa in mano. Bleffate il meno possibile o meglio, per i primi tempi limitatevi a puntare in bluff sul flop solo in caso siate stati voi a puntare per primi preflop, in caso contrario astenetevi.

 

Prossimamente parleremo più nel dettaglio di quali mani giocare e come. Rimanete sintonizzati…

Scrivi commento