Il primo trimestre 2011 dei big del poker

La primavera ormai alle porte va a sancire la fine del primo trimestre del 2011. Puntualmente, come avevamo già fatto per la fine dello scorso anno, riportiamo l’andamento dei giocatori più seguiti e più invidiati del mondo. I top players sono da sempre una stretta cerchia di giocatori e a parte qualche rara eccezione, che vedremo tra poco, le nuove leve spesso sembrano fare la parte delle comparse di una trama più ampia.

Volendo cominciare a parlare dei cash game non possiamo non introdurre i quattro giocatori che si sono sempre distinti per le loro capacità in questo ambito. Phil Ivey il re incontrastato degli all-around poker player vive un periodo di acque calme che gli portano un profitto provvisorio di poco più di un milione di dollari.

Tom Dwan è da qualche tempo lontano dalle scene dell’online perché troppo distratto dai giochi live di Macao, per questo il suo inizio del 2011 non è stato tra i più brillanti e ha registrato un passivo di più di un milione e 400 mila dollari. Un piccolo profitto anche per Patrick Antonius, anche se nulla può essere paragonato a quello che sta facendo registrare Gus Hansen in questo primo periodo dell’anno.

Solo la scorsa notte in sole 95 mani è riuscito a racimolare qualcosa come 450.000 dollari che lo portano a quota $4.167.034 per il 2011 finora condotto. Solo volendo quantificare la differenza con le perdite dell’anno scorso possiamo dire che queste sono quasi colmate, anche se sappiamo che Gus non è insolito vincere considerevolmente i primi mesi dell’anno per poi dilapidare tutto nei periodi successivi (come era accaduto nel 2010).

Per ora sappiamo che il nuovo Gus di quest’anno sembra aver trovato la sua dimensione più favorevole con i giochi CAP limit e al momento sembra essere il numero uno in questa variante. Menzione a parte va fatta anche per Daniel Cates che si porta a quota +$1,2M dollari, cosi come Matt Hawrilenko a +1,77M. Viktor “Isildur1” Blom invece continua i suoi continui alti e bassi cosi come lo avevamo sempre visto.

Parlando dei tornei abbiamo notato che Daniel Negreanu ha scalzato in un primo momento “sua maestà” Phil Ivey dal trono della All Time money list dei tornei live, per poi venire a sua volta detroneggiato dalla performance di Erik Seidel.

Proprio il famoso “eterno secondo” sta vivendo l’annata migliore in carriera vincendo di soli tornei ben $ 4,342,283 che lo proiettano all’incredibile cifra di $ 14,697,297 vinti nei tornei documentati. Complici alcuni tornei dal buy in veramente cospicuo come il super high roller da 250,000 dollari degli Aussie Million, si è venuto a creare scherzosamente il detto “Si partecipa ad un torneo prestigioso, con gente prestigiosa, …. e poi lo vince Erik Seidel”.

Parlando delle note dolenti per ora fanno peggio di tutti (oltre al già citato Tom “Durrrr” Dwan) il tedesco Kagome Kagome (ex IHateJuice) con una perdita di 1,3 milioni e “fishosaurusREX” con una perdita di 1,2 milioni.

Scrivi commento