Le novità dal Pokerstars Caribbean Adventure

Il 2011 si è aperto in uno dei modi più spettacolari possibili, in questi giorni si sta svolgendo nei Caraibi l’unica tappa extra europea che contraddistingue ogni anno l’European Poker Tour. L’Atlantis Resort sta ospitando in queste settimane il Pokerstars Caribbean Adventure, che contraddistingue come ogni anno, in gennaio, l’entrata nel vivo del tour europeo dedicato ai tornei di poker. Quest’anno il festival si è aperto con un torneo High Roller da ben 100.000 dollari di iscrizione nella formula freezeout Texas No Limit. Il torneo, a causa dell’enorme cifra richiesta come buy in, ha ospitato solamente una ristretta cerchia di contendenti (38 per la precisione) e si è svolto in soli due giorni, ma ha generato nonostante tutto un montepremi di oltre 3 milioni di dollari. La struttura particolarmente verticale dei premi prevedeva la premiazione di soli 5 degli 8 giocatori del tavolo finale che si sono aggiudicati i premi nel seguente ordine:

1) Eugene Katchalov 1.500.000 $
2) Daniel Negreanu 1.000.000 $
3) Bryn Kenney 643.000 $
4) Nick Schulman 400.000 $
5) Humberto Brenes 200.000 $

 

Molti sono stati i nomi illustri presentati in questa tappa, tra questi spiccavano: Jason Mercier, Bertrand “Elky” Grospellier, Lex Veldhuis, Sorel Mizzi e Daniel Negreanu, ma anche numerosi giocatori prettamente cash game come Tom “durrrr” Dwan, Ashton “theASHMAN103″ Griffin, Andrew “good2cu” Robl. E’ sfumata purtroppo la possibilità di vedere il nostro Dario Minieri partecipare all’evento che avendo perso l’aereo che lo avrebbe fatto raggiungere la meta in tempo, ha dovuto accontentarsi di giocare il main event ed altri eventi minori.

Come già in evidenza dal montepremi Daniel Negreanu si è portato subito in vantaggio già dal day 1 ed è rimasto tra le prime posizioni nel chip count fino alle battute finali, quando vedeva Katchalov battere fortunosamente la sua coppia di 5 con una coppia di 4.

Ma la sensazionalità del torneo è stata ulteriormente esaltata dal parterre d’eccezione nel quale spiccava anche il giovane Viktor Blom sospettato da molti di essere il famoso Isildur1, ultimo acquisto e fiore all’occhiello della scuderia di Pokerstars. Al di là dell’esito del suo torneo (pare essere uscito alla fine del primo giorno di gioco), Blom è stato invitato in una conferenza stampa organizzata da Pokerstars in cui si è finalmente deciso a gettare la maschera e ufficializzare un segreto che ormai era sotto gli occhi di tutti: Viktor Blom è il giocatore a cui appartiene l’alias Isildur1. Nel seguito dell’intervista Blom, visivamente più rilassato, ha spiegato le ragioni che l’hanno spinto ad accettare il contratto di Pokerstars e ha dispensato “consigli” ai giovani, come ad esempio un “Partite piano” detto sorridendo, pur sapendo di non poter essere considerato un buon esempio di giocatore rispettoso del proprio bankroll.

 

 

Infine c’è da ricordare che il primo evento PCA del 2011 verrà ricordato anche come quello che ha incoronato Daniel Negreanu come il giocatore più vincente di sempre nei tornei documentati. Negreanu grazie al milione di dollari ottenuto dal 2° posto è riuscito a scalzare Phil Ivey dalla vetta della classifica della All Time Money List.

Scrivi commento