Regolamentazione AAMS per gli account da gioco

Se voi siete detentori di account su poker room o su sale da gioco online italiane probabilmente saprete che in questi giorni termina il supporto a tutti i possessori di conti da gioco che non hanno validato la propria identità online. Di fatto, dal 17 luglio 2011 in poi, per direttiva governativa chiunque apra un nuovo account presso siti da gioco in Italia sarà sottoposto al vaglio della propria identità da parte dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato.

All’atto pratico questo significa che chiunque aprirà un nuovo conto da gioco su tutte le piattaforme presenti in Italia (e le future che nasceranno) dovrà certificare la propria identità entro 30 giorni dal primo utilizzo del software, consegnando a ciascuna società i seguenti dati:

  1. La fotocopia di un documento rappresentativo valido e in vigore al momento dell’invio, come la carta d’identità, il passaporto o la patente di guida. Il documento deve avere una foto chiara e ben visibile.

  2. Il contratto della società a cui il sito fa a capo, compilato e firmato in ogni sua parte.

In molti casi se il conto da gioco è un conto di vecchia data, esistente da prima che gli skill games e i giochi da casinò sbarcassero ufficialmente in Italia, sarà a discrezione dell’azienda richiedere entrambi i documenti o solamente la fotocopia del documento d’identità (come avviene ad esempio nel caso di Pokerstars). L’invio della documentazione potrà avvenire in diversi modi: via mail, via fax o in alcuni casi anche via mms se lo preferite.

I monopoli in questo modo certificheranno che il giocatore è maggiorenne e che risiede nello stato italiano. Per contro, la validazione della propria identità farà ottenere al giocatore la possibilità di poter effettuare operazioni di cash out del denaro eventualmente vinto ed effettuare, più in generale, trasferimenti di denaro da e verso il portale. Inoltre ciascuna società sempre secondo la propria discrezione solitamente incentiva questa operazione offrendo ticket ed accessi a tornei dal montepremi garantito nel caso di gioco del poker, o partite gratuite nel caso si tratti di skill games e giochi da casinò.

Tutti i giocatori che non avranno effettuato questa operazione entro il 17 luglio vedranno il proprio conto bloccarsi temporaneamente fino a quando non provvederanno a inviare la documentazione necessaria, ma nel frattempo non sarà possibile neanche accedere alla lobby di ciascun software.

Non ci resta perciò che metterci in regola al più presto per usufruire degli incentivi in tutta sicurezza.

Scrivi commento